ALESSANDRO CAROLÉ


In principio tastierista (per 6 mesi...), quando il fratello Gabriele inizia a suonare la chitarra si incontra con il metal e il suo strumento diventa ufficialmente la chitarra elettrica. Da autodidatta raggiunge livelli notevoli, inseguendo guitar heroes del calibro di John Petrucci, chitarrista della sua band di riferimento, anzi di culto.

Dando vita ad alcune formazioni per dare forma alle proprie idee musicali, segue poi per tre anni i corsi di composizione presso la Civica Scuola di Musica di Milano. I progetti di bands non hanno molto successo a causa della scarsa voglia dei componenti contro la molta passione che invece "il duca" ci mette, e così dopo un po' si vede costretto a confidare solo nei propri mezzi.

La sua vena compositiva è inesauribile e lavorando da solo non ha più limiti nel creare le sue opere prog-metal barocche, ma anche orchestrali e pianistiche, imparando e affinando l'uso di strumenti elettronici e informatici come i sequencer e la tecnologia midi, da unire agli strumenti reali.

Nel 2009 entra nei PLV e ci mette poco a passare dalla chitarra al basso a 5 corde e a dare una spinta in più al gruppo, intarsiando le sue parti dense e fitte.


BASSO


© 2018 PLV